Quando la musica è “Caveau della Memoria”